Giochi da tavolo, GdR, Mondi Fantastici

-Apritevi un blog- sarebbe il commento di un mod di un altro forum chiudendo il topic
 
PortaleIndiceRecentiCercaCalendarioLista UtentiGruppiFAQRegistratiDisclaimerContattaciAccedi

Condividi|

MedioEvo Universalis, intervista con l'autore

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Yon
Admin
avatar

Winner logo contest

Messaggi : 3368
Reputazione : 473
Data d'iscrizione : 08.04.16
Età : 36
Località : Reggio Emilia

Messaggio(#) Titolo: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mer Nov 09, 2016 7:55 am


Oggi abbiamo l'occasione di presentare sul forum MedioEvo Universalis, un gioco che si potrebbe inquadrare come gestionale e di guerra anche se in realtà offre molto di più.
Trovate una buona descrizione del gioco qui.

A parlarcene sarà l'autore stesso del gioco, Veldriss aka Nicola Iannone, che ha la costanza di lavorarci da alnebo 15 anni se non più.

Perché parlare di MedioEvo Universalis? I motivi sono tanti, a cominciare dal gameplay, ma in particolare vorrei sottolineare due cose: la prima è che il gioco ha la possibilità di essere pubblicato da Giochix tramite una campagna di crowfunding che trovate a questo link. Date la vostra adesione perché più persone aderiscono, migliore sarà l'esito della campagna.

Il secondo motivo, se volete, è un po' più sentimentale, e riguarda il fatto che l'impresa di Veldriss, poiché viste le dimensioni del gioco bisogna parlare di impresa, è un po' il sogno che molti di noi fanno: inventare e costruire il proprio gioco dei sogni e vederlo un giorno pubblicato per tutti gli altri.
Veldriss ha avuto la costanza di spendere tempo e sudore attorno al proprio prototipo e di insistere finché non è riuscito ad arrivare a meta.

Per un forum di creatori di giochi e mondi fantastici come il nostro Veldriss costituisce un esempio per tutti.

Appena partirà la campagna metteremo un banner pubblicitario per sostenerla.

E ora, sotto con le domande! Wink

Inizio io con due cose che mi sono venute subito in mente vedendo la grandezza del progetto:

1. Come tutti i giochi, MedioEvo Universalis richiede il saper maneggiare diverse competenze: regole, grafica, playtest, modellismo e altro ancora. Sono conoscenze che appartengono a campi anche molto differenti tra loro, eppure mi sembra che comunque alla base di tutto ci sia sempre la tua mano. Come hai fatto a gestire il tutto in modo così curato, concorrendo alla realizzazione di ogni aspetto?

2. Hai mai avuto momenti di stanca nel corso di tutti questi anni, periodi in cui hai messo in pausa o hai pensato di abbandonare tutto?

_________________
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.rinnegati.net/
Innuendo

avatar

Innkeeper Renegade
Yon's quest survivor
Messaggi : 51
Reputazione : 23
Data d'iscrizione : 10.04.16
Età : 34

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mer Nov 09, 2016 5:52 pm

Seguo nell'ombra e con grande bramosia questo progetto fin dalle primissime notizie ed ho fatto il possibile nell'ombra sempre, per pubblicizzarlo tra conoscenti. Avrò la mia da dire non appena riavrò pc ed internet, ad ora complimenti a quel ragazzo che sogna un prodotto di qualitá e componenti pregiate per un gioco un po' sogno nel cassetto di molti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Mondor

avatar

Kilolike Renegade
Rogue Renegade







Messaggi : 889
Reputazione : 231
Data d'iscrizione : 10.04.16
Età : 39

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mer Nov 09, 2016 7:49 pm

Assolutamente lodevole!! Ho letto qualche notizia e ho capito subito la mole di lavoro e impegno per un progetto tanto bello e "ciccioso" Smile

Le domande di Yon sono proprio come il caccio sui maccheroni, ma aggiungerei:

Quante ragazze e lavori hai dovuto abbandonare per seguirlo? Ahahah!!
A parte gli scherzi...

Hai creato il gioco coinvolgendo molte persone preparate e non nel campo dei boardgame, quanto le idee e consigli appresi ti hanno aiutato nella realizzazione (fisica e teorica) del gioco?

Le hai coinvolte per ampliare la "visione dall'esterno" o anche solo per un aiuto di "manovalanza"?

Possono sembrare domande futili, ma il "credo" di questo forum è proprio l'aiuto e sviluppo di un progetto e la tua esperienza è di sicuro di monito a tutti noi...Grazie!

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Maestro Ludico

avatar



Messaggi : 1164
Reputazione : 297
Data d'iscrizione : 10.04.16
Età : 39
Località : Modena

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mer Nov 09, 2016 9:39 pm

Essendo io storico apprezzo molto a livello personale il progetto di Veldriss ed ovviamente mi auguro che possa realizzarlo al meglio delle sue aspettative. Mi sorgono in mente spontanee due domande:

1) quanto c'è di "educativo" in questo gioco a tuo parere? Quanta voglia mi verrà di aprire un bel libro sulla storia del Medioevo giocando a questo titolo? E soprattutto, è anche questo uno degli scopi del gioco?

2) da amante dei videogiochi strategici, ci vedo un bel tocco della serie Total War nel tuo titolo... ovviamente la serie videoludica era incentrata sulla bellezza e tattica delle battaglie campali, ma la mappa, la gestione dei commerci, della diplomazia, degli intrighi e delle campagne militari mi rimanda molto a quelle belle ore su pc a cercare di conquistare l'Europa. Da 1 a 10 quanto ti ha ispirato nel gioco questa serie di titoli?

3) seriamente... mi consigli di cercare casa con una tavernetta apposta per tenere allestito il gioco o riesco a smontarlo e ricominciare un'altra sera se non finisco la partita? ghigno

_________________
"Le miniature sono la sostanza di cui sono fatti i sogni" (Maestro Ludico)


https://www.facebook.com/maestrosmansion/
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo https://www.instagram.com/heroquestxp/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Gio Nov 10, 2016 11:42 pm

Yon ha scritto:

E ora, sotto con le domande! Wink 

Inizio io con due cose che mi sono venute subito in mente vedendo la grandezza del progetto:

1. Come tutti i giochi, MedioEvo Universalis richiede il saper maneggiare diverse competenze: regole, grafica, playtest, modellismo e altro ancora. Sono conoscenze che appartengono a campi anche molto differenti tra loro, eppure mi sembra che comunque alla base di tutto ci sia sempre la tua mano. Come hai fatto a gestire il tutto in modo così curato, concorrendo alla realizzazione di ogni aspetto?

2. Hai mai avuto momenti di stanca nel corso di tutti questi anni, periodi in cui hai messo in pausa o hai pensato di abbandonare tutto?

Ringrazio Yon per la bellissima presentazione e vado subito al sodo cercando di rispondere in modo esaustivo a tutte le domande... risponderò solo alla prima perchè purtroppo (o per fortuna) in questo periodo sono molto impegnato con la mostra del prototipo e l'inizio della campagna di crowdfunding del gioco.

Dunque... la numero 1... effettivamente portare avanti un progetto simile comporta l'apprendimento di nozioni in campi molto differenti fra loro, cose che io un tempo non mi sarei nemmeno sognato di imparare o di intraprendere.

Ricordo ancora come se fosse ieri il primo problema che mi si era posto davanti per creare il prototipo per 10 giocatori: avevo bisogno di 10 (anzi 11 con il barbaro) colori diversi; a quei tempi usavo i carriarmatini di RisiKo e una soluzione possibile era stata quella di usare i coloranti per i tessuti con acqua molto calda... non vi dico cos'era venuto fuori, anche perchè le scatole di RisiKo che avevo erano state acquistate in periodi diversi, stranamente la plastica usata era diversa a seconda del periodo e di conseguenza la reazione al colorante era diversa anche se i carriarmatini erano tutti gialli  facepalm

L'esperienza me la sono fatta sul campo, provando e riprovando più e più volte (decine e decine se necessario) fino a raggiungere il risultato che avevo in testa; se non ero contento ricominciavo daccapo.
Fortunatamente ho 2 brutti difetti:
- non sono mai soddisfatto del risultato e tendo alla perfezione (perfezione soggettiva ovviamente) per cui vado a correggere anche i più piccoli dettagli, non penso a livello maniacale  Razz
- quando mi prefiggo un obiettivo, procedo imperterrito fino alla fine, non importa il tempo che ci vuole, ma prima di iniziare qualcosa ci penso 3 volte valutando tutti gli aspetti del singolo obiettivo (per esempio le miniature), poi parto e so che arriverò in fondo.
Ad esempio per le immagini delle carte ho cercato 1 anno intero l'artista giusto e poi, 1 carta alla volta (con spunti di esempio, bozzetti, commenti miei e dell'artista), abbiamo creato le nuove immagini dei mazzi IMPERO e TECNOLOGIA (1 altro anno e mezzo).
Idem per la mappa 3D (4 anni), per la ricerca dell'araldica (2 anni), la ricerca storica (potrebbe non finire mai), ecc ecc ecc... ho investito migliaia di ore di tempo libero...

Purtroppo non ho avuto molti aiuti dall'esterno, ci ho messo tanto anche per questo, ho portato avanti il progetto praticamente da solo, delegando a dei professionisti cose che io non potevo assolutamente fare... ma non ho mai avuto un team di collaboratori stretti su cui contare, mi è capitato ancora di avere ottimi aiuti dall'esterno, ma in modo discontinuo e inaffidabile (e a volte anche molto superficiali perchè non capivano l'importanza del progetto).
Se avessi avuto un laureato in storia medievale avrei risparmiato anni di ricerche su libri e internet, invece m'è toccato comprare libri, leggere decine di pagine a volte solo per avere 1 informazione che qualcuno avrebbe potuto darmi in 5 minuti... moto frustrante, faticoso...
Ho chiesto più volte se qualcuno voleva collaborare al progetto, ma non si è mai fatto avanti nessuno.
Ho cercato aiuto in molti siti specializzati (storia, araldica, monete, meccaniche di gioco, materiali da usare), ma che fatica per avere una risposta e a volte nemmeno quella... però ho notato che le percentuali di risposte aumentavano considerevolmente quando dicevo una cagata (intenzionalmente), subito arrivava il "saccente" di turno a scrivere: "No, hai sbagliato, non è così, ma cosà"... io ringraziavo e portavo a casa l'informazione che cercavo asd come diceva Clint Eastwood in un film: improvvisare, adattarsi e raggiungere lo scopo.

La perdita infinita di tempo è la cosa che mi ha stressato di più, anche durante le fiere chiedi informazioni ai veterani del settore e le risposte sono spesso vaghe, non ti svelano mai tutto quello che sanno... ecco perchè ad esempio quando mi chiedono aiuto io invece cerco di essere il più diretto e preciso possibile perchè so cosa vuol dire doversi arrangiare e perdere tempo a cercare la risposta.

Mi dispiace moltissimo non avere avuto un team con il quale portare avanti il progetto fino alla fine, intendo fino all'autoproduzione con il sistema del crowdfunding, ma purtroppo dal mio prototipo ad un gioco vero e proprio c'è ancora un abisso di conoscenze: preventivi di fornitori, materiali, scultori, manuale in più lingue, gestione di una campagna di crowdfunding con tutto quello che occorre per avere successo, pubblicità, autorizzazioni varie, partita IVA, ecc ecc ecc... ma voleva dire altri anni di lavoro, inoltre il budget per questo progetto era finito da tempo (avuto anche problemi di lavoro con la crisi); ho provato a raccogliere fondi, ma le donazioni dopo 1 anno ammontavano ad 1 euro.

---

Sembra che ho tempo anche per rispondere alla domanda numero 2. "Hai mai avuto momenti di stanca nel corso di tutti questi anni, periodi in cui hai messo in pausa o hai pensato di abbandonare tutto?"

Si spesso periodi di stanca e di pausa, mai di abbandonare... la prima volta a fine 2007, subito dopo ModCon e un'altra fiera a Faenza, mi sono reso conto che il prototipo di allora non poteva essere più presentato in pubblico perchè usavo ancora i carriarmatini di RisiKo (cosa che tutti mi avevano caldamente sconsigliato per evitare ritorsioni legali), lungi da me l'idea di sostituirli con cubetti di legno per cui mi spaventava l'idea di usare le miniature scala 1:72 e delle spese che avrei dovuto affrontare per acquistarle e farle colorare (altra cosa che non ero capace).

Nel 2009, dopo 1 anno circa che avevo creato il forum di MedioEvo Universalis dove stavo raccontando tutta la storia dall'inizio, ero praticamente da solo a scrivere, sembrava di parlare da solo, nessuno che rispondeva... ma il forum serviva soprattutto a me per riordinare il tutto, catalogare, segnarsi le idee, ragionare sul da farsi, progettare, ecc.

Sempre nel 2009 ho avuto una specie di rigetto, per chi avesse voglia di leggere il tutto lo trova qui: http://www.medioevouniversalis.org/phpBB3/viewtopic.php?f=15&t=120#p341 ma non è bastato per fermare l'idea che mi martellava costantemente nel cervello e nel 2010 sono ripartito col turbo lavorando su una nuova versione della mappa e sulle carte che ci sono tutt'ora.

Spesso anche in fiera, quando le case editrici ti dicono che tutto il progetto va contro ogni regola di gioco in scatola ultimamente in produzione: è troppo ingombrante, troppa componentistica, una partita dura troppo, costa troppo... io sono un pò l'antitesi del game designer moderno, ho curato il prototipo a livello estetico in maniera impressionante, ho speso parecchi soldi per lo sviluppo e altrettanti per partecipare alle convention che spesso durano 2 giorni (viaggio, vitto e alloggio e a volte anche per avere un tavolo nonostante non vendessi nulla).

Sicuramente mi sarà successo altre volte, ma adesso non ricordo, poi si dimentica e la passione prende il sopravvento.


Ultima modifica di Veldriss il Ven Nov 11, 2016 6:26 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 12:12 am

Mondor ha scritto:

Quante ragazze e lavori hai dovuto abbandonare per seguirlo? Ahahah!!
A parte gli scherzi...

Hai creato il gioco coinvolgendo molte persone preparate e non nel campo dei boardgame, quanto le idee e consigli appresi ti hanno aiutato nella realizzazione (fisica e teorica) del gioco?

Le hai coinvolte per ampliare la "visione dall'esterno" o anche solo per un aiuto di "manovalanza"?

Con il lavoro non ho mai avuto problemi, con le ragazze a volte si... quando gli dici che vai a giocare a MedioEvo Universalis ogni fine settimana metti a dura prova la lor pazienza... poi mi facevo perdonare il sabato sera  mrgreen

Ho postato la storia del gioco in moltissimi forum, sia italiani (come ad esempio la Tana dei Goblin, Inventori di Giochi, Dragonslair, ecc) che stranieri (BGG, bgdf, BSK, fortressat, ecc) e ho partecipato a moltissime convention parlando con decine di persone... ho ascoltato sempre tutti e scambiato parecchie idee e suggerimenti, spesso sul momento magari sembravano inutili o una strada chiusa, ma poi ripensandoci... da idea nasceva idea e il vicolo cieco diventava una nuova idea da sviluppare e integrare nel gioco.
Ringrazio ancora Tinuz che mi ha lanciato la prima scintilla di idea su come dividere la mappa, Khoril per l'idea iniziale per modificare la meccanica di azionamento dei barbari, Fabien (che a ModCon 2007 veniva al mio tavolo ogni mezz'ora Very Happy Very Happy Very Happy ) per una mezza dozzina di idee tra cui le miniature, ecc ecc.

Ho sempre sperato in un aiuto materiale di altre persone e la creazione di un team, uno zoccolo duro che fosse motivato seriamente come me, ma come già risposto a Yon, non è mai successo... ci sono state alcune persone sul forum di MedioEvo Universalis che si sono offerte di aiutarmi, ma appena gli davo un compito da sviluppare... sparivano.
Non sono riuscito a coinvolgere nemmeno i miei migliori amici con i quali ho giocato a MedioEvo Universalis per anni, per cui ti lascio immaginare quanto è difficile questa cosa... casi come i ragazzi che hanno sviluppato M400 o GUERRA! sono molto rari.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 12:43 am

Maestro Ludico ha scritto:
Essendo io storico apprezzo molto a livello personale il progetto di Veldriss ed ovviamente mi auguro che possa realizzarlo al meglio delle sue aspettative. Mi sorgono in mente spontanee due domande:

1) quanto c'è di "educativo" in questo gioco a tuo parere? Quanta voglia mi verrà di aprire un bel libro sulla storia del Medioevo giocando a questo titolo? E soprattutto, è anche questo uno degli scopi del gioco?

2) da amante dei videogiochi strategici, ci vedo un bel tocco della serie Total War nel tuo titolo... ovviamente la serie videoludica era incentrata sulla bellezza e tattica delle battaglie campali, ma la mappa, la gestione dei commerci, della diplomazia, degli intrighi e delle campagne militari mi rimanda molto a quelle belle ore su pc a cercare di conquistare l'Europa. Da 1 a 10 quanto ti ha ispirato nel gioco questa serie di titoli?

3) seriamente... mi consigli di cercare casa con una tavernetta apposta per tenere allestito il gioco o riesco a smontarlo e ricominciare un'altra sera se non finisco la partita? ghigno

1) Si è anche questo, ne suo piccolo, uno degli scopi del gioco.... e si, ti viene davvero voglia di aprire un libro di storia e cercare su internet informazioni più approfondite... le informazioni storiche nel gioco sono veramente tantissime, la mappa è piena di informazioni su confini (anche se non ho potuto rappresentare l'Italia come realmente era perchè divisa in troppi territori microscopici), nomi, araldica...
- Creta era veneziana e se uno cerca scopre che l'ha ottenuta dopo la IV Crociata
- Caffa in Crimea era una colonia genovese e sarà proprio colpa dell'assedio a Caffa nel XIV secolo che provocherà il diffondersi della peste in Europa
- Il Regno di Navarra non confinava con l'oceano Atlantico e da quel lembo di terra costiera Pietro il Grande scappa dalla Francia quando scopre che il torneo a cui era stato invitato da Carlo d'Angiò era in realtà una trappola per assassinarlo.
- Dal 1050 al 1350 la Francia ha estratto più tonnellate di pietra dell'Antico Egitto per costruire le chiese gotiche.
- Il termine bizantino non esisteva a quei tempi, si chiamavano Romei e il regno bizantino era Basileia Ton Romaion.
- L'imperatore bizantino aveva accettato di riunificare la Chiesa Ortodossa con quella Cattolica per evitare le mire espansionistiche di Carlo d'Angiò.
- La pax mongolica era tale che "una vergine con un piatto d'oro poteva girare indisturbata da un angolo all'altro dell'impero".
ecc ecc
ho raccolto un bel pò di informazioni nella sezione storica del forum: http://www.medioevouniversalis.org/phpBB3/viewforum.php?f=9
adesso sto estrapolando le informazioni utili per creare il nuovo mazzo di carte eventi storicizzate: http://www.medioevouniversalis.org/phpBB3/viewtopic.php?f=22&t=11457

2) Io ho giocato moltissimo a Bellum Crucis, il mod per Total War creato da un team italiano... bellissimo!!!
Moltissimi spunti li ho presi anche da lì... da 1 a 10 direi sicuramente un bel 2 (purtroppo i giochi per PC hanno parecchie meccaniche gestite automaticamente dal PC, in un boardgame va semplificato tutto all'ennesima potenza a meno di non sfornare un regolamento di 400 pagine).

3) Seriamente... quando ho comprato casa nel 2000 (circa), ho fatto spostare il muro che divideva taverna e garage in modo da avere abbastanza posto in taverna per giocare tranquillamente e comodamente a MedioEvo Universalis... comunque ho creato un foglio per ogni giocatore per il salvataggio delle partite.

---

Meno male che dovevo rispondere solo alla prima domanda di Yon... mi sono lasciato trasportare  Rotfl


Ultima modifica di Veldriss il Ven Nov 11, 2016 6:28 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Mondor

avatar

Kilolike Renegade
Rogue Renegade







Messaggi : 889
Reputazione : 231
Data d'iscrizione : 10.04.16
Età : 39

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 1:01 am

Wow...sono sconcertato dalla tua esperienza....spero avrai tempo più in la per aiutare altri creatori a portare avanti i loro progetti!!! Wink

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Yon
Admin
avatar

Winner logo contest

Messaggi : 3368
Reputazione : 473
Data d'iscrizione : 08.04.16
Età : 36
Località : Reggio Emilia

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 9:23 am

Veldriss ha scritto:
Purtroppo non ho avuto molti aiuti dall'esterno, ci ho messo tanto anche per questo, ho portato avanti il progetto praticamente da solo, delegando a dei professionisti cose che io non potevo assolutamente fare... ma non ho mai avuto un team di collaboratori stretti su cui contare
Sconvolto sdeng cavolo, complimenti. Se uno non vede con i propri occhi il gioco dal vivo non credo possa comprendere appieno il significato di questa frase.
Citazione :
Ho chiesto più volte se qualcuno voleva collaborare al progetto, ma non si è mai fatto avanti nessuno.
Questo forum nasce principalmente per questo scopo, cercare di mettere in contatto persone con competenze diverse per facilitare la creazione di giochi e mondi fantastici. Mi dispiace che tu abbia ricevuto così poco supporto. Se però vogliamo vedere l'altra faccia della medaglia, studiarsi storia medievale per tutti questi anni è comunque qualcosa di utile e che ti avrà arricchito.

Ammiro la tua tenacia, Veldriss, sinceramente io penso che non ci sarei mai arrivato in fondo. Complimenti.
Magari la prossima volta che inventi un gioco fai un salto da queste parti Rotfl

Avrei un'altra domanda: come sono andati gli incontri che avevi nel fine settimana passato? Mi raccontavi di una sorta di passaggio di mano del progetto da te all'editore...

_________________
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.rinnegati.net/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 1:00 pm

Yon ha scritto:

Avrei un'altra domanda: come sono andati gli incontri che avevi nel fine settimana passato? Mi raccontavi di una sorta di passaggio di mano del progetto da te all'editore...

Mi tocca scrivere un'altro poema?  lol!

Dunque... allora... la prendo da lontano...
Già nel 2007 avevo iniziato a contattare le case editrici per proporgli il mio prototipo, ma "ovviamente" è difficile se non difficilissimo, presentarsi con un bestione come il mio, senza referenze, senza un Nome o precedenti pubblicazioni nel settore e sperare che una casa editrice ti prenda in considerazione seriamente.
Poi all'inizio si pensa sempre di essere l'unico che ha pensato il gioco migliore, più bello, che tutti vorranno giocare e tutti compreranno... in realtà ci sono altri 10 milioni di persone che inventano giochi per cui in realtà sei una goccia nell'oceano...

Comunque, la risposta è sempre stata negativa, il range di una casa editrice italiana in genere si aggira sul gioco family: 3-4 giocatori, massimo 2 ore di gioco, 30-50 euro.
Ho provato anche all'estero, ma è andata peggio, MedioEvo Universalis sarebbe stato un ottimo prodotto per la Fantasy Flight, ma nel 2008 mi hanno risposto che avevano progetti in corso da sviluppare fino al 2010... poi io non sono uno che insiste (sicuramente sbaglio), ma se mi dici no è no e stop.

La Ghenos sembrava interessata all'inizio, ma a quei tempi era ancora troppo piccola per cimentarsi in un progetto simile.
Con la Red Gloves nel 2010 mi sono avvicinato parecchio alla firma del contratto, ma anche loro non se la sono sentita.

Poi c'è stato un periodo di tentativo di autoproduzione con crowdfunding nel 2012, ma mi sono reso conto che da solo era impossibile...

Nel 2014, mi sembra marzo, contatto la Giochix che mi risponde di risentirci a settembre perchè erano impegnati... a ottobre mi torna in mente la cosa e dico: ca... Oibò, mi sono dimenticato!
Li contatto e loro fissano un appuntamento a Roma la sera di S. Lucia, il 13 dicembre 2014... ovviamente emozionatissimo, l'incontro è durato mi sembra circa 3 ore la sera, 1 ora di partita e 2 ore di discussione durante la quale mi hanno spiegato una serie di problematiche che ci sarebbero state nel caso in cui... ecc ecc, ma ci dovevano pensare.
I giorni sembravano MESI, perchè non mi scrivono?
Poi il 6 gennaio 2016, giorno della befana, arriva una mail della Giochix con il contratto da firmare!!!  cheers Applauso Headbang

Mi hanno spiegato che le possibilità di sviluppo del prototipo a gioco potevano essere 3:
1 - la Giochix valuta il prototipo, decide cosa cambiare e il sottoscritto la cambia (opzione difficile perchè l'autore difficilmente riesce ad essere imparziale e oggettivo sulla sua creatura, ma dipende dalla persona).
2 - La Giochix e il sottoscritto collaborano insieme allo sviluppo del gioco, ma essendo io a più di 600 km di distanza, lo sconsigliavano perchè i tempi di risposta via mail decuplicano i tempi complessivi... l'ideale sarebbe abitare nello stesso luogo della casa editrice.
3 - la Giochix valuta il prototipo, decide cosa cambiare e il sottoscritto consiglia, propone, avvisa di eventuali problemi che potrebbero sorgere, ma è sempre la Giochix alla fine a decidere.

Abbiamo concordato che la 3° soluzione era la migliore.

Tenete presente poi che le case editrici hanno tempi molto dilatati, non per colpa loro, ma per il fatto che durante l'anno ci sono delle scadenze fisse a cui non possono rinunciare come ad esempio fiere grosse come PLAY, LUCCA, ESSEN, il periodo natalizio, ecc ecc... quando hanno un buco se riescono sviluppano un nuovo gioco...
Nel mio caso siamo passati dal 6 gennaio 2015 con la firma del contratto al 23 novembre 2016 con l'inizio della campagna di crowdfunding... e tenete presente che il lavoro vero verrà fatto se la campagna avrà successo, altrimenti si prepara solo lo stretto necessario per la campagna (questo per risparmiare soldi e non investire inutilmente tempo in un progetto che poi non piace al pubblico).

Trovare un buco per lavorare in modo continuativo sul mio gioco era praticamente impossibile per cui hanno snocciolato i problemi nel tempo... dell'incontro di Roma della settimana scorsa non ti posso raccontare tutto, però posso dirti che è stato interessante e fruttuoso.
L'idea di base era di riuscire a creare 2 versioni del gioco, la prima più economica dell'altra, ma pare sia impossibile perchè aumenterebbero i costi di produzione per avere 2 tipi di stampe o di carte o di altre componentistiche... poi c'è anche il fattore numero di copie che inciderebbe su una doppia versione e altri problemi secondari...
Così come è stata ipotizzata la scatola peserà circa 6 Kg, altro problema per le spese di spedizione all'estero, sopratutto negli Stati Uniti... ma ci stanno lavorando per limare 1 grammo qua e 1 grammo là... si risparmierebbe qualche etto scalando le miniature, ma poi si perderebbe in dettagli e sarebbe un peccato.
Ci sarà sicuramente un ottimo sconto per i primi che aderiranno alla campagna... e poi ci vuole anche un pizzico di fortuna in queste cose... a volte ci sono campagne di crowdfunding che stravolgono i pronostici e non si capisce il perchè.

Spero molto in un'ottima pubblicità e soprattutto nel passaparola, se avete amici all'estero che giocano o potrebbero essere interessati, dategli il link del gioco.

Se la campagna avrà successo io ho già pronto materiale per espandere il gioco base, aggiungere regole avanzate e opzionali e altro ancora... non vedo l'ora.


Ultima modifica di Veldriss il Ven Nov 11, 2016 5:12 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Yon
Admin
avatar

Winner logo contest

Messaggi : 3368
Reputazione : 473
Data d'iscrizione : 08.04.16
Età : 36
Località : Reggio Emilia

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 2:27 pm

Forte.

Chissà che emozione quando hai avuto il contratto da firmare in mano! Very Happy


La Fantasy Flight (o la Eagles Games) le avrei viste bene a supportare un gioco così grosso visto il taglio medio dellel loro scatole. Secondo me potevano venderlo bene e con una ottima componentistica. È pur vero che in genere fanno american games e solo da ultimo mi pare che la FFG abbia guardato anche a giochi più "german", peraltro soprattutto con acquisizioni di giochi famosi già editati.
Comunque sono contento di come sta andando perché uscirà fuori come produzione interamente italiana.

_________________
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.rinnegati.net/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Ven Nov 11, 2016 5:13 pm

Yon ha scritto:
Forte.

Chissà che emozione quando hai avuto il contratto da firmare in mano! Very Happy

Guarda... l'ho riletto almeno 5 volte perchè non ci credevo...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Sab Nov 12, 2016 7:45 am

Io consideravo il mio prototipo decisamente genere american piuttosto che german... A meno che io non abbia capito cos'è un genere german... Oppure non ho capito cosa intendevi dire.

_________________
Crowdfunding campaign of MedioEvo Universalis
https://www.giochistarter.it/scheda.php?item=1000074&crowd=1&lingua=1
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Yon
Admin
avatar

Winner logo contest

Messaggi : 3368
Reputazione : 473
Data d'iscrizione : 08.04.16
Età : 36
Località : Reggio Emilia

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Dom Nov 13, 2016 10:46 pm

In realtà, da quello che ho potuto provare io, è un po' un misto dei due. Ad esempio, Civilization è un german o un american? Ha una gestione german ma si sviluppa come un american. Tutti i Civ ballano sempre lì nel mezzo e forse questo è uno degli aspetti che più mi affascina di questo tipo di giochi (se vedi sul forum ho aperto un progetto di gioco Civ, infatti).

In MedioEvo Universalis hai battaglie e commerci ma sono elementi che, correggimi se sbaglio, vanno pesati attentamente. Le guerre hanno costi elevati in tempo (numero di turni) e risorse, ricreando alla perfezione i problemi che doveva trovarsi a gestire un sovrano. Ch ha giocato, ad esempio, ad Antike sa che lì l'abilità sta nella perfetta integrazione tra produzione risorse e conquiste nel minor numero di turni possibili per rendere il più efficiente possibile la propria macchina statale. In MU ci sono molti più elementi da tenere in considerazione, non te la sbrighi certo in due ore!

A proposito, tempo medio di partita?
Alla fine sarà un'edizione a 5 giocatori sul bacino del Mediterraneo o sul nord Europa?

_________________
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.rinnegati.net/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Lun Nov 14, 2016 1:06 pm

Si, sono d'accordo.

Tempo medio di una partita? Dunque, scopo della partita è guadagnare il maggior numero di PUNTI ONORE (punti vittoria) che si possono ottenere in molti modi, anche con il commercio, la diplomazia, l'evoluzione tecnologica e le conquiste militari.
Quindi in teoria, anche dopo solo 1 ora di gioco esiste un vincitore, ovviamente più la partita prosegue e più si fa interessante, sia perchè aumentano le combo con le tecnologie acquistate, sia perchè scattano le vendette e la diplomazia si fa interessante.

Io consiglio sempre di giocare a tempo così si sa quando si inizia e quando si finisce, ho ipotizzato anche partite con un tetto di PUNTI ONORE, ma ogni partita è a se e quindi non è detto che il tempo trascorso corrisponda ad un numero medio di PO guadagnati.

Una bella partita secondo me dura 4-5 ore... sto parlando però del prototipo, nel gioco ufficiale non posso dirti nulla, ma dovrebbe durare meno.

L'edizione ufficiale è per 5 giocatori sul bacino del Mediterraneo centro-orientale fino a Danzica, ma la Giochix mi ha chiesto come funzionano le espansioni e quanti giocatori si aggiungono con ogni singola espansione, per cui qualcosa ha sicuramente in mente.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Lun Nov 14, 2016 8:59 pm

Mancano 9 giorni all'inizio della campagna di crowdfunding su Giochistarter.it e Kickstarter.com ... Siete pronti? Passate parola per favore!!! :p

http://www.giochistarter.it/offerteeA.php?crowd=1&marker=0&lingua=1

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Maestro Ludico

avatar



Messaggi : 1164
Reputazione : 297
Data d'iscrizione : 10.04.16
Età : 39
Località : Modena

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Lun Nov 14, 2016 9:42 pm

Twittato Veldriss! approva

_________________
"Le miniature sono la sostanza di cui sono fatti i sogni" (Maestro Ludico)


https://www.facebook.com/maestrosmansion/
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo https://www.instagram.com/heroquestxp/
Yon
Admin
avatar

Winner logo contest

Messaggi : 3368
Reputazione : 473
Data d'iscrizione : 08.04.16
Età : 36
Località : Reggio Emilia

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mar Nov 15, 2016 3:32 pm

Io ho già messo da giorni il banner della campagna di crowdfunding in home page! approva

Personalmente amo i giochi lunghi che rimangono apparecchiati sul tavolo per la sera successiva. È un modo diverso di giocare, hai molto tempo per pensare e poi anche nel corso della giornata di tanto in tanto ti capita di fermarti un attimo e avere la testa al tabellone, considerando che si potrebbe spostare uno dei soldati di là, o iniziare un commercio con, o quella mossa che non ti era venuta in mente subito. Questo secondo me è un altro punto di forza di MU, ma mi rendo conto che come categoria di giocatore io sono tutto meno che universale (o forse cercano di standardizzarci in un unico contenitore  ma la realtà è molto diversa).

_________________
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.rinnegati.net/
Veldriss

avatar


Messaggi : 21
Reputazione : 15
Data d'iscrizione : 08.11.16
Età : 46
Località : Sovere

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mar Nov 15, 2016 6:10 pm

Yon ha scritto:
Io ho già messo da giorni il banner della campagna di crowdfunding in home page! approva

Personalmente amo i giochi lunghi che rimangono apparecchiati sul tavolo per la sera successiva. È un modo diverso di giocare, hai molto tempo per pensare e poi anche nel corso della giornata di tanto in tanto ti capita di fermarti un attimo e avere la testa al tabellone, considerando che si potrebbe spostare uno dei soldati di là, o iniziare un commercio con, o quella mossa che non ti era venuta in mente subito. Questo secondo me è un altro punto di forza di MU, ma mi rendo conto che come categoria di giocatore io sono tutto meno che universale (o forse cercano di standardizzarci in un unico contenitore  ma la realtà è molto diversa).

Grazie mille per il banner  mrgreen

Anch'io sono per i giochi lunghi... strano :p
3 anni fa avevo 2 amici-colleghi-giocatori con i quali ho fatto 4-5 partite o forse più... si giocava supponiamo di lunedì? Loro passavano i successivi 3 giorni a commentare la partita appena fatta (errori, strategie, alleanze) e i successivi 3 giorni a ipotizzare nuove strategie per come giocarsi la prossima partita.
Le partite iniziavano alle 21:00 e finivano alle 02:00-03:00... persino la polnotte modificava il suo giro di pattugliamento notturno per riuscire a passare 2 volte nel lasso di tempo in cui giocavamo  lol!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.medioevouniversalis.org/
Yon
Admin
avatar

Winner logo contest

Messaggi : 3368
Reputazione : 473
Data d'iscrizione : 08.04.16
Età : 36
Località : Reggio Emilia

Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore Mer Nov 16, 2016 10:00 pm

lol! idolo!
Dai, manca poco. giochix quando lancia un buon prodotto ottiene sempre discreti risultati, valga per tutti l'esempio di Tales of the Arabian Night.

Seguiremo da vicino la campagna...

_________________
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.rinnegati.net/
Contenuto sponsorizzato




Messaggio(#) Titolo: Re: MedioEvo Universalis, intervista con l'autore

Torna in alto Andare in basso
MedioEvo Universalis, intervista con l'autore
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Giochi da tavolo, GdR, Mondi Fantastici :: Generale :: Le interviste dei Rinnegati-
Vai verso: